Asus "Transformer" TF101

Altre lingue

Tempo addietro ho comprato un Asus TF101, completo di tastiera. È un bell'oggetto: Android recente, aggiornato spesso, veloce, buono schermo, e la tastiera (con batteria aggiuntiva integrata) permette di usarlo come un portatile (quasi).

Ovviamente ho dovuto modificarlo a modo mio :)

Il sistema operativo

Ho installato l'immagine alternativa PRIME, che mi sembra ben supportata, e ha modifiche minime rispetto a quella di serie Asus. Chiaramente fornisce l'accesso a nome di root.

La tastiera

Non può essere un computer mio senza una tastiera Dvorak. Cercando in rete si scopre rapidamente che i file che descrivono la mappatura della tastiera fisica sono /system/usr/keychars/asusec.kcm e /system/usr/keylayout/asusec.kl. Il formato di questi file è abbastanza chiaro, anche se mi restano alcune perplessità. Purtroppo, non avendo il codice sorgente di Android 3, bisogna tirare a indovinare. Le mie modifiche sono abbastanza semplici.

Nota

Il mio è un modello UK. È possibile che i TF101 venduti fuori dal Regno Unito abbiano una tastiera diversa; sono abbastanza sicuro che il modello americano ha un tasto in meno. Non applicate le mie modifiche senza controllare!

Siccome i tasti non sono tutti della stessa forma / dimensione, non ho potuto semplicemente spostarli. Di conseguenza, ho scritto un file LaTeX per etichettare i tasti, l'ho stampato su un foglio di etichette autoadesive (Avery L7165, 8 per foglio A4), ho verniciato il foglio con spray trasparente, ho ritagliato le etichettine, e le ho attaccate sui tasti. Funziona. (Il tasto "esc" è sotto al tasto "back", a sinistra del "1").

ConnectBot e la tastiera fisica

Le applicazioni Android non hanno grossi problemi con la tastiera fisica, ma alcune non si aspettano cose complicate tipo i tasti "control" o "escape". In particolare, ConnectBot non li sente proprio. Siccome in un terminale certi tasti fanno tanto comodo, mi sono messo a cercare una versione che li supportasse. Ne ho trovate alcune su GitHub, ma erano rimaste un po' indietro rispetto allo sviluppo principale di ConnectBot, quindi ne ho fatta una versione "mia". Se volete, potete scaricarla da GitHub.

Nota

Di mio c'è poco: ho preso due branch altrui, le ho fuse assieme, e ho aggiornato i file di compilazione. Se funziona è merito degli autori originari, se non funziona è colpa mia.

La batteria

La batteria della tavoletta dura svariate ore di uso continuo; per quel poco che la uso io, mi basta ricaricarla ogni paio di giorni.

C'era però un problema piuttosto strano: la batteria integrata nella tastiera non ne voleva sapere di caricarsi. Il fatto è diventato particolarmente evidente con l'ultima versione di PRIME che include un indicatore di carica per entrambe le batterie. In rete si trovano tantissime discussioni su problemi di carica, ma l'illuminazione mi è venuta leggendo di uno smontaggio: c'è un interruttore che stacca la batteria!

Ho aperto la tastiera, cambiato la posizione dell'interruttore, rimontato il tutto, e ora la batteria si carica perfettamente. No, non so se me l'hanno venduto in quel modo, o se si è magicamente spostato da solo.

Il cavo è corto

Il cavo che Asus include nella scatola, per collegare l'alimentatore alla tavoletta, è molto corto. Una prolunga USB normale non sembra funzionare: serve una prolunga USB 3.0, perché qualcuno dei 5 fili aggiuntivi è usato per mandare la tensione più alta necessaria a caricare la batteria.

DateCreato: 2011-07-15 17:54:21 Ultima modifica: 2011-07-15 19:15:00